CALOPEZZATI - “Il bilancio della prima edizione del “Risveglio del Borgo” non può che dirsi positivo. Nonostante le condizioni meteo non ottimali e l’inusuale periodo dell’anno, sono state centinaia le presenze registrate”. C’è una giusta e naturale soddisfazione tra i membri dell’Associazione Baia di Borea che ha scommesso sulla rivitalizzare del centro storico di Calopezzati

 partendo dalle sue radici e dalla sua storia riaprendo di alcuni siti storici del piccolo centro jonico valorizzando ad esempio le antiche botteghe ormai in disuso riaperte quali location espositive per l’occasione. “Le atmosfere dell’evento hanno lasciato il segno. Due mostre d’arte, contenitori di sculture, dipinti ed ArtBook , un presepe animato di pregiata fattura, 16 aziende artigiane, enogastronomia tipica, cantine all’aperto, musica dal vivo hanno reso il borgo vivo e sinergico rianimando nei residenti un sano entusiasmo, stupendo i visitatori per la suggestione dei luoghi e l’ospitalità offerta da Calopezzati e dai suoi cittadini”. Ad impreziosire l’evento anche il convegno “Le Filiere Corte: Politiche e Modelli per la creazione di economie locali” promosso sempre dalla Associazione Baia di Borea e patrocinato dal comune di Calopezzati, incentrato sulle opportunità associate all’utilizzo delle risorse disponibili, soprattutto in ambito agricolo ed artigiano che ha mostrato grazie alla caratura dei relatori come l’agricoltura locale e i prodotti del posto posso tramutarsi in veri e propri volani di sviluppo del territorio con un ritorno alle origine che può proiettare nel futuro realtà altrimenti destinate a spegnersi lentamente. Particolarmente apprezzata è stata la possibilità di poter ammirare la Pala d’Altare tardo barocca della Chiesa dell’Addolorata e di alcune aree del Castello Giannone, assolutamente di rara bellezza e generalmente chiuse al pubblico. “Si è trattato di una prima edizione “sperimentale” – aggiungono dall’Associazione Baia di Borea - che si innesta in un piano di azioni integrate finalizzate alla valorizzazione del territorio costituite da attività di animazione, di supporto al governo locale e progetti speciali che già avviate, saranno presentate al pubblico nazionale a partire da marzo 2018 . “Il più grande successo di questa iniziativa, rimarcano gli organizzatori, è stata la condivisione. Il tutto, in totale assenza di contributi finanziari di qualsiasi natura finanziaria, è stato possibile grazie all’apporto umano e materiale dei cittadini e delle piccole imprese soprattutto del campo della ristorazione e dal supporto dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia. Un esempio di come l’unione fa la forza e di come sia possibile reagire a stati di letargica rassegnazione”.
  

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo