“L’avvio dei lavori di ricostruzione del centro storico segna l’inizio di una fase nuova per la comunità di Mormanno e dell’intero comprensorio del Pollino”.Lo ha detto il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, commentando l’avvenuta sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Comune, sindacati e imprese che, lunedì prossimo, daranno inizio ai lavori di ricostruzione del centro storico di Mormanno, rimasto fortemente danneggiato dopo il sisma del 26 ottobre 2012.

“Ricordo ancora -ha aggiunto Oliverio- i momenti drammatici che seguirono al sisma del 2012, l’evacuazione dell’ospedale, il susseguirsi delle riunioni e i sopralluoghi con l’allora sindaco Armentano, il Prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro e il capo della Protezione Civile nazionale, Franco Gabrielli. Furono ore di grande preoccupazione in cui la popolazione di Mormanno e dell’intero comprensorio, seppur smarrita e impaurita, seppe reagire con grande dignità e compostezza. A loro, al Prefetto di Cosenza, ai vecchi e ai nuovi amministratori locali, al Presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra e a quanti si sono spesi con determinazione, insieme a noi, per raggiungere questo importante risultato, rivolgo un ringraziamento sincero”.“Mormanno -ha proseguito il Presidente della Regione- oggi rinasce e per noi è un motivo di grande soddisfazione. Ma non basta. Con Mormanno deve rinascere l’intera Calabria, che è una terra estremamente fragile dal punto di vista sismico e idro-geologico. Rispetto a questa fragilità non sempre, in passato, è stato fatto quanto si poteva e si doveva fare. Per troppo tempo una cultura sbagliata e diffusa ha generato distorsioni ed errori gravissimi. E’ giunto il momento di voltare pagina, utilizzando le risorse in modo oculato, rispettando il territorio ed evitando scelte e storture come quelle che si sono verificate in passato. Sin dal nostro insediamento ci siamo mossi in questa direzione, operando scelte precise e allocando risorse importanti, aprendo cantieri e avviando una serie di azioni su tutto il territorio regionale e di cui oggi cominciano a vedersi i primi frutti. Questa è la strada giusta da percorrere, ma ognuno deve fare fino in fondo la propria parte”. “Sono fortemente convinto, infatti -ha concluso Oliverio- che se lavoreremo insieme, politica, scuola, istituzioni e società civile, potremo fare molto per affermare ed accrescere una nuova cultura del rispetto della natura e del territorio e per fare in modo che ciò che è accaduto a Mormanno e in altre parti della Calabria e del Paese, non si ripeta mai più”. f.d.
 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

INVIA ARTICOLO

redazione@sibarinet.it

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo