SARACENA - Un fine settimana all’insegna dell’avventura e della fratellanza quello del 25 e del 26 aprile a Saracena dove, dopo tanti anni di attività Scout, per la prima volta si sono radunati 7 Reparti per celebrare il loro patrono. L’Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani ha festeggiato il Santo Protettore San Giorgio e, per l’occasione, la zona Alto Jonio ha radunato 160 Esploratori e Guide e 50 Capi provenienti dai Gruppi Scout di Castrovillari, Saracena, Cassano allo Ionio, Rossano, Trebisacce e Corigliano.
Sabato 25, Saracena ha accolto le 25 squadriglie che si sono misurate nell’arco della giornata in prove di tecnica e di abilità manuali all’aria aperta: cucina trapper nella tranquillità di una natura incontaminata, gare tra ragazzi nel centro cittadino e rappresentazioni a tema attorno ad un fuoco acceso sono solo alcune delle attività svolte dai Reparti presenti.
L’avventura quest’anno ha scelto come tema “Favol...osare - Giocare con l’Impresa”, dando modo ai ragazzi di rinnovare la Promessa e di mettere alla prova le proprie capacità cooperando e giocando con lealtà.
Domenica 26, Don Francesco Faillace ha celebrato la Santa Messa nel campo sportivo “Ugo Catalano” che ha ospitato gli Scout in queste due giornate e, a seguire, la cerimonia finale ha visto premiate le squadriglie vincitrici: per le squadriglie femminili il primo posto è andato agli Scoiattoli del Rossano2, il secondo alle Tigri del Saracena1 e il terzo alle Aquile del Rossano2; per quelle maschili invece al primo posto i Cervi del Rossano2, al secondo i Castori del Rossano2 e al terzo posto in ex aequo le Volpi del Castrovillari1 e le Volpi del Cassano1.
Premi simbolici e un ricordo del campo hanno chiuso ufficialmente il San Giorgio 2015: una competizione all’interno della quale per gli Scout è sicuramente più importante aiutare gli altri che vincere.
Arrivederci al prossimo anno...