Nei laboratori dell’Asp un nuovo test per il tumore della prostata

Nei laboratori dell’Asp un nuovo test per il tumore della prostata. Finalmente è possibile effettuare il nuovo test, che si compie su un campioni di sangue in tutti i punti prelievi pubblici. Il “Phi” finora in Calabria non veniva effettuato in nessuna struttura pubblica e rappresenta un marcatore tumorale che grazie alla sua elevata accuratezza può aiutare i medici a fare una diagnosi precoce di tumore della prostata risultando più specifico rispetto al Psa. Il grande vantaggio del nuovo test è la diminuzione del numero delle biopsie prostatiche limitando in tal modo il disagio del paziente e le possibili complicanze legate all’esame. L’esame del “Phi” ad oggi non rientra tra quelli rimborsabili dal servizio sanitario regionale e per tale motivo verrà stabilità una tariffa minima per compensare i costi di esecuzione e nel contempo offrire un servizio ai cittadini. Il tumore della prostata è attualmente la neoplasia più frequente trai soggetti dei sesso maschile.

fonte Garantista