• Home
  • Notizie
  • Cronaca
  • Cosenza: arrestato corriere della droga in contatto direttamente con la Colombia

Cosenza: arrestato corriere della droga in contatto direttamente con la Colombia

La cocaina era stata nascosta all'interno di un telaio di una sedia spedita in un pacco dalla Colombia a Cosenza. In manette è finito Antonio Segreti, 34 anni con precedenti penali per rapina e spaccio. Ad allertare la Questura di Cosenza la Polizia di frontiera inglese che nel centrohub di smistamento ha individuato il pacco spedito dal Sud America. Gli agenti della Squadra Mobile bruzia si sono così messi in moto il 5 agosto scorso ed hanno organizzato la trappola per catturare il destinatario residente nell'area urbana cosentina.

Così indossati gli abiti del corriere DHL con un loro furgone,sotto copertura, sono andati a casa del destinatario per consegnare il pacco ancora intatto. Il giovane ha subito abboccato all'amo teso dagli uomini del capo della squadra mobile Giuseppe Zanfini. Sceso dall'abitazione per la consegna ha firmato la ricevuta e appena si è avvicinato al furgone, messe le mani sul pacco, ha sentito il freddo clic delle manette stringergli i polsi da parte degli agenti nascosti nel furgone delle consegne. A coordinare le operazioni in Procura il magistrato Giuseppe Visconti che sotto l'egida del Procuratore Aggiunto Marisa Manzini ha ricevuto dalla stessa i complimenti per l'operazione. Il pacco è stato quindi trasportato in Questura ancora immacolato ed aperto dagli agenti della sezione Antidroga comandata dall'ispettore capo Francesco De Marco, che hanno effettuato una mini caccia al tesoro per trovare la droga. Disintegrato il cuscino, che non conteneva niente,la polvere bianca era nascosta nei tubi del telaio della sedia. Qui i primi problemi per estrarla. Sono dovuti intervenire i vigili del Fuoco che hanno sezionato il telaio in pezzi per poter estrarre i seicento grammi di cocaina purissima. La stessa, tagliata per lo spaccio, sarebbe diventata due chili e mezzo ed avrebbe fruttato almeno 300 mila euro. Nella perquisizione successiva avvenuta nella casa dell'arrestato la Mobile ha trovato dei coltellini atti al taglio dello stupefacente, un bilancino di precisione e celato in un pacchetto di sigarette dei microcontenitori dove veniva riposta la droga. Segreti è stato trasferito nella casa circondariale di Cosenza. Indagini sono in corso per appurare se l'uomo sia un cane sciolto o una testa di legno del clan degli zingari, cosca egemone sul territorio nel traffico di droga.

Giacinto De Pasquale

Stampa Email

miglior sito di scommesse