Ospedale di Castrovillari: rischi anche per l’attività del Laboratorio Analisi

E’ sempre più precaria e insostenibile la situazione dell’Ospedale di Castrovillari. Il dottor Sergio Diego è il Dirigente Reggente incaricato di traghettare l’ASP fino alla nomina del prossimo Commissario Straordinario o Direttore Generale. Ma, a quanto pare, il suo concetto di “ordinaria amministrazione” è alquanto opinabile e, con ogni evidenza, tutto a danno dell’Ospedale di Castrovillari.

Le ultime decisioni assunte, infatti, continuano a danneggiare gravemente il nostro ospedale. Drammatica è, ad oggi, la situazione del Laboratorio Analisi, struttura essenziale per il funzionamento dell’intero ospedale. Dopo essere stato ridotto ai minimi termini per quanto riguarda il Personale – a causa della mancata sostituzione degli Operatori andati man mano in pensione- adesso, vengono di fatto boicottate anche le misure emergenziali messe in atto –transitoriamente- per consentire di continuare ad offrire tutta la gamma dei servizi di analisi a Degenti ed Esterni di tutto il territorio Esaro-Pollino. In attesa che l’ASP proceda alla integrazione delle figure professionali mancanti, misura essenziale e non rinviabile, sempre promessa e mai attuata. Ma, evidentemente, il dottor Diego, se pare assai sensibile alle sollecitazioni politico-istituzionali pur se illogiche o addirittura controproducenti per le stesse popolazioni cui si richiamano, non lo è per nulla rispetto a richieste e necessità tanto legittime quanto urgentissime. E il risultato non può che essere il rischio, sempre più imminente e concreto, che le prestazioni del Laboratorio Analisi vengano inevitabilmente ridotte, malgrado l’abnegazione, i continui sacrifici e i carichi di lavoro certamente eccessivi cui sono sottoposti gli Operatori del Servizio.
Passando alla situazione dell’Ortopedia, l’ennesimo trasferimento di un Dirigente ortopedico, come al solito sempre per l’Ospedale di Paola, ha determinato inevitabilmente la cancellazione del nostro ambulatorio pomeridiano e gravi difficoltà nell’attività chirurgica, per una specializzazione di cui da anni, dopo la chiusura del Reparto, viene strombazzato il potenziamento e la prossima riapertura. E ancora più grave, l’ASP di Cosenza ha sottoscritto una convenzione per garantire l’attività ortopedica dell’Ospedale di Vibo Valentia con ortopedici di Paola! Ad ogni passo avanti, seguono immancabilmente due passi indietro.
In questo sconfortante scenario, ci sentiamo di chiedere, per l’ennesima volta, una presa di coscienza e concrete iniziative non soltanto al dottor Sergio Diego, le cui discutibili capacità organizzative emergono evidenti dalle decisioni assunte, ma soprattutto all’Amministrazione di Castrovillari e a quelle del Territorio, ricordando, ove ce ne fosse ancora bisogno, che il Sindaco è il primo garante della salute pubblica.
Castrovillari 11 giugno 2019

 

Il Comitato per la Difesa della Salute e dell’Ospedale di Castrovillari
Associazione Famiglie Disabili (AFD);
Associazione Volontari Italiana Sangue (AVIS);
Associazione Volontari Ospedalieri (AVO);
Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI);
Associazione Amici del Cuore
Associazione Non Più Soli nella Lotta contro I Tumori;
Associazione Solidarietà e Partecipazione

 

Stampa Email