Crosia, «OK Frecciargento, ora potenziare i servizi»

F.Russo: «Coincidenze con i treni regionali e spazi per la promozione territoriale»

Frecciargento Sibari-Roma-Bolzano, rimodulare subito gli orari dei treni regionali per creare coincidenze in partenza ed in arrivo con il nuovo convoglio veloce. Aver rimesso in contatto la Calabria ionica (un’area che da sempre si confronta con i disagi della mobilità) con il resto del Paese è stata un’iniziativa encomiabile sotto tutti i punti di vista. Ora, però, serve creare la rete dei servizi secondari e collaterali per garantire il miglior accesso ai pendolari e ai turisti. Come è anche opportuno creare e attivare, nei pressi della stazione ferroviaria di Sibari, tutti quei servizi necessari alla mobilità di prossimità. O, ancora, dare la possibilità ai Comuni e alle aziende, di poter utilizzare gli spazi dello scalo per avviare azioni di promozione e marketing del territorio.

È questa la proposta del Presidente del Consiglio comunale di Crosia, nonché consigliere delegato al turismo e al marketing territoriale, Francesco Russo.

«In questi primi giorni stiamo registrando con piacere – dice Francesco Russo – l’alto indice di gradimento che sta avendo, anche nel territorio della Valle del Trionto, l’istituzione del nuovo Frecciargento Sibari-Roma-Bolzano. Per molte famiglie della nostra area, una terra di emigrati e di gente che ha dovuto lasciare i propri affetti per andare al Nord a trovare fortuna, la possibilità di raggiungere casa in poche ore, grazie ad un treno ad alta velocità, rappresenta una vera e propria rivoluzione del concetto di mobilità. Ed è per questo che chiediamo alla Regione e a Trenitalia di compiere una modifica sugli orari di arrivo e partenza da e verso la stazione di Sibari in coincidenza con le corse del Frecciargento. Questo per permettere anche ai cittadini del Basso Jonio cosentino, della Sila greca e dell’alto crotonese di poter usufruire comodamente del servizio».

«È ovvio che in ottica futura, con l’auspicio – precisa Russo – che questa nuova corsa veloce non resti solo in fase sperimentale ma abbia possibilità di essere istituita in modo permanente, la stazione ferroviaria di Sibari dovrà avere i potenziali per diventare uno scalo a tutti gli effetti, fornito dei servizi complementari. Pensiamo, su tutti, ad un’area parcheggio custodita, così come ai servizi per la mobilità di prossimità ma anche a degli info point. E questo perché il Frecciargento potrà sicuramente potenziare l’appeal turistico dell’intero comprensorio della Sibaritide. Allora, quale migliore occasione – aggiunge il Presidente del Consiglio comunale di Crosia - per aprire la struttura ferroviaria anche a tutte quelle che sono le attività di promozione e di marketing dei nostri territori. Così come avviene, per esempio, nell’aeroporto di Lamezia Terme ed in tutti gli scali ferroviari principali del paese. Il Frecciargento non è solo un servizio importante per la fascia ionica ma – conclude - potrebbe rappresentare un’opportunità ed una leva per lo sviluppo e la crescita dell’intera Calabria del nord-est». ©Ufficio stampa e comunicazione istituzionale Comune di Crosia
 

 

Stampa Email