Alto Jonio: via alla raccolta differenziata associata


Finalmente, almeno sulla questione dei rifiuti, l’Alto Jonio comincia a fare rete ed a ragionare per area e non per campanile. E’ infatti di ieri la notizia che presso la regione Calabria, Dipartimento Ambiente, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa per la gestione associata della raccolta differenziata tra gli otto comuni, versante-nord, del comprensorio: Rocca Imperiale (comune capo-fila), Amendolara, Oriolo, Roseto Capo Spulico, Montegiordano, Canna e Nocara.

Il protoccolo, assente per impegni istituzionali il sindaco di Rocca Giuseppe Ranù, è stato sottoscritto tra i funzionari della Regione e il vice-sindaco Francesco Gallo e l’assessore Antonio Favoino. Esso, secondo quanto ha riferito lo stesso sindaco Ranù, prevede il potenziamento e l’implemetazione della raccolta differenziata ritenuta ormai da tutti la via maestra per contribuire a salvaguardare l’ambiente attraverso il riciclaggio, per ridurre i volumi dei rifiuti da trasferire in discarica e per abbattere, di conseguenza, i costi del servizio. Tra i punti salienti il suddetto protocollo prevede un contributo pari all’80% da parte della regione Calabria per l’acquisto dei mezzi e delle attrezzature necessarie per realizzare la raccolta differenziata. «Adesso – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Ranù - inizia un cammino nuovo per l’organizzazione e la gestione del servizio. Esprimo particolare soddisfazione per il lavoro svolto che è stato assecondato e premiato dal governo regionale del presidente Oliverio».
 Pino La Rocca

Stampa Email

miglior sito di scommesse