Cassano: CISL, porre rimedio alla crisi politica e amministrativa

La CISL di Cassano Allo Ionio, ritiene necessaria e non più differibile una netta inversione di tendenza nella vita politica e Istituzionale del Comune di Cassano.
Una crisi politica e amministrativa, in questo momento, sarebbe quanto mai pericolosa per la situazione di  difficoltà in cui versa il Comune, soprattutto in ordine alla tanta disoccupazione esistente ed ai tanti annosi problemi da affrontare.
Sarebbe necessario concentrare ed unire le forze di tutti gli attori politici, istituzionali e sociali ed economici ai fini della costruzione partecipata di un moderno accordo di programma per la crescita,  il lavoro e la coesione sociale, aperto a tutte le forze sane del nostro Comune.


Sarebbe necessario ridisegnare una nuova prospettiva di sviluppo, altro che crisi amministrativa!!!
La CISL invita tutte le forze politiche sane del paese ad affrontare con più efficacia i tanti e annosi problemi che assillano il nostro territorio ed evitare in questo momento crisi amministrativa.
La Politica non può essere ridotta ad una continua lotta per il potere, ignorando la vita e le esigenze delle persone. Interrompere una qualsivoglia esperienza politica è sempre procurare un trauma alla collettività, allontanarsi irrimediabilmente da quel bene comune che tutti, a parole, auspicano.
Ricercare il bene comune significa essere cittadini consapevoli e attivi, che sul territorio facciano la loro parte e non subiscano passivamente gli avvenimenti, divenendo lavoratori coscienti e non solo dipendenti, intellettuali che sappiano portare energie alla ricerca di un futuro più umanizzato, politici non più maestri di tattiche e strategie estranee alla gente, ma che riscoprano idealità e competenze per la costruzione del bene comune.
I problemi si risolvono col confronto, il dialogo, con lo sforzo a ritrovarsi nelle posizioni degli altri, in una continua azione di mediazione, ponendo in secondo piano le proprie ambizioni e la propria brama di potere.
La CISL, sindacato della gente e per la gente, da sempre ha fatto dell’autonomia, della concertazione e del confronto lo strumento principe per la risoluzione dei problemi.
La CISL chiede un salto di qualità alla politica, un esercizio di responsabilità a chi è stato eletto per governare il nostro Comune perché considera un valore la stabilità e la continuità politico-amministrativa per rendere efficace l’azione di governo.
La CISL ritiene essenziale un nuovo spirito di condivisione che conduca le forze politiche e le forze sociali a individuare, fuori di ogni schema e contrapposizione pregiudiziale, i temi, le esigenze, le sfide ineludibili per qualsiasi soggetto rappresentativo  responsabile.
Tutto ciò perché la Politica, per la CISL, è la forma più alta di carità nello spirito di quanto insegnato da Don Milani che così scriveva alla “ Prof.ssa “ : “ Ho insegnato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l’avarizia”.-
                                                                                                                IL SEGRETARIO GENERALE
                                                                                                            ( Francesco Giuseppe Pennini)

Stampa Email