Corigliano | Quella lettera da Las Vegas...

Ecco la missiva che costò l’assessorato al Bilancio ad Enzo Claudio Gaspare Siinardi
Circa quattro mesi orsono - era esattamente il 29 settembre dell’ormai trascorso 2015 - il sindaco del Comune di Corigliano Calabro, Giuseppe Geraci, con somma sorpresa da parte d’ogni osservatore politico cittadino, revocava le deleghe all’assessore al Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Tributi, Enzo Claudio Gaspare Siinardi (foto),

il quale era stato nominato appena tre mesi addietro, esattamente il primo luglio, dopo una breve assesnza dal Municipio, ove in precedenza aveva ricoperto, in qualità di consulente esterno, l’incarico di responsabile dell’importante e delicatissimo Settore Finanziario. A distanza di mesi “spunta” una lettera al vetriolo dello stesso Siinardi, indirizzata al segretario generale dell’ente, Salvatore Bellucci, al sindaco Giuseppe Geraci ed al suo vice, Francesco Paolo Oranges.

La missiva - avente ad oggetto “Comunicazione al sig. Segretario” - è stata inviata tramite posta elettronica certificata lunedì 7 settembre da Las Vegas, Nevada, negli Stati Uniti d’America, dove in quel momento l’ex amministratore coriglianese si trovava per una vacanza.
È una comunicazione in risposta a quella dallo stesso ricevuta alcuni giorni prima, esattamente il 25 agosto 2015, proprio da parte del segretario generale del Comune, Salvatore Bellucci.
Ma passiamone in rassegna il contenuto: «In relazione alla comunicazione della S.V. Ill.ma in oggetto, nella quale, nemmeno troppo velatamente, verrebbe contestato agli uffici finanziari e, evidentemente, all’assessore di riferimento, un presunto “inefficace impiego” ed un’altrettanto presunta “improduttiva programmazione delle liquidazioni e dei pagamenti”, sono a rappresentare alla S.V. Ill.ma, con la presente, quanto segue: la cifra pari ad euro 3,5 milioni che Ella considera, evidentemente ed erronaneamente, alla stregua di fondi di cassa liberi consta, per la stragrande maggìoranza, di fondì vincolati. In particolare, 2,1 milioni rappresentano fondi ex D.L. 66; 500 mila euro rappresentano fondi destìnatì ai Servizi sociali, 300 mila euro sono riservati al pagamento degli stìpendi di agosto mentre, per finire, ulteriori 297 mila euro sono destinati al pagamento di Iva, Irpef e contributi. Dunque, ben 3,197 milioni dei 3,5 che Ella cita, rappresentano somme vincolate. Forse che, a parere della S.V. Ill.ma, tali somme vincolate debbano essere utilizzate per saldare pendenze diverse da quelle alle quali risulta esservi stato costituito il vincolo? Rammento solo e solamente a me stesso, inoltre, come allo stato attuale, e sempre in relazione a consistenza di cassa e liquidazioni, l’Ente sia sprovvisto di anticipazione di tesoreria e come ogni mese si spendano, solo a titolo di stipendi, gestione e raccolta rifiuti e canile, quasi 1 milione di euro. Ciò significa che bisogna porre la massima attenzione anche sul singolo centesimo di euro che l’ente provvede a spendere. Ed è anche per questo che il Sottoscritto, sia in qualità di Responsabile Finanziario prima, sia in quelle di Assessore al Bilancio poi, ha sempre riposto estrema attenzione anche e soprattutto alla razionalizzazione della spesa con conseguente ellminazione di quella improduttìva. II sottoscritto si chiede se tale attività di controllo sulla gestione della cassa comunale sia stata esercitata dalla S.V. Ill.ma anche quando quest'ultìma, appena un anno e mezzo fa, era pari praticamente a 0, ed il Comune si trovava sull’orlo del dissesto finanziario. Al contrario, invece, di quanto la S.V. ll.ma afferma, tra l’altro non si comprende bene in base a quale astruso teorema economico-finanziario, l’attuale fondo di cassa rappresenta proprio il risultato dell’eccellente gestione ed efficace impiego delle risorse, oltre che di una precisa programmazione dei pagamenti, la quale ci consente, allo stato attuale, di dormire serenamente anche nello stato di grave emergenza post-alluvionale in cui versa l’Ente e, inoltre, anche in assenza, repetita iuvant, di anticipazione di cassa; considerato, inoltre, che il sottoscritto ha avuto l’onore di gestire le casse comunali, in qualità di Responsabile del Settore Finanziario da febbraio 2014 allo scorso marzo 2015 e che, indubbiamente, tale fondo di cassa, quindi, rappresenta, per la stragrande maggioranza proprio il risultato della mia oculata gestione, e sempre a tale proposito mi chiedo come mai al sottoscritto, in ben 14 mesi di gestione delle casse comunali non sia mai stata contestata alcuna “improduttiva programmazìcne” ed alcuno “inefficace impiego” delle stesse. Forse che ad essere inefficace ed improduttivo possa essere stato, invece, il controllo esercitato dalla S.V. II.ma sulla gestione delle casse comunali? Controllo, tra l’altro, ci tengo a precisare, che non è certo di Sua competenza. Delle due, l’una. Se diminuire i tempi medi dei pagamenti ai creditori, mettendo a rischio le casse comunali, deve semplicemente servire a dare il via libera a nuove assunzioni, la cosa non mi trova affatto d’accordo. A mio avviso, i duecento dipendenti in forza all’Ente sono più che sufficienti. È la distribuzione degli stessi tra i vari settori ad essere tanto inefficace quanto ineffìciente. Non si tratta, dunque, di incrementare la pianta organica ma di implementare, invece, la produttività, l’efflcacìa e l’efficienza del personale esistente attraverso programmi specifici di formazione (dei quali si è occupato ultimamente il Sottoscritto attraverso l’adesione alla Fondazione Trasparenza) e, inoltre, di attivare un sistema efficace di premi/sanzioni che, allo stato attuale, non risulta in essere, in quanto non solo nessun dipendente viene mai in alcun modo sanzionato, ma, al contrano, tutti vengono premiati, indìstintamente, vedi recenti pagamenti delle indennità relative al fondo di contrattazione decentrata 2013 e 2014, i quali pagamenti il sottoscritto aveva bloccato...».
- continua -

 .
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.