Cassano: intitolata piazza a Pertini

E’ in programma per sabato prossimo, 14 dicembre, alle ore 19:00, su corso Garibaldi, la cerimonia di inaugurazione della piazza antistante il Teatro Comunale e a seguire, l’intitolazione della stessa a Sandro Pertini. Ne ha dato comunicazione anche a nome di tutta l’amministrazione comunale, il sindaco Gianni Papasso. All’appuntamento, sono stati invitati a partecipare parlamentari nazionali e regionali, consiglieri provinciali e comunali, i sindaci, le scuole, il mondo delle associazioni, le autorità militari e religiose. La serata, si concluderà con il concerto musicale del gruppo Onda Calabra. Quella che nella toponomastica cittadina diventerà piazza Sandro Pertini, era l’area precedentemente occupata dall’ex fatiscente granaio Paterno. La scelta del nome da assegnare allo spazio, già licenziata con formale atto deliberativo dell’esecutivo municipale, è caduta sul compianto Presidente Sandro Pertini, ha sottolineato il sindaco Gianni Papasso, per ricordare un grande statista del nostro Paese. Sandro Pertini, politico, giornalista e partigiano italiano, è stato il settimo  Presidente della Repubblica Italiana, dal 1978 al 1985, il secondo socialista, dopo Giuseppe Saragat, a ricoprire la più alta carica dello Stato. Derogando anche al  ruolo istituzionale, il mandato presidenziale di Pertini, come si ricorderà, fu caratterizzato da una forte impronta personale che gli valse una notevole popolarità, tanto da essere ricordato come il "Presidente più amato dagli italiani”. L’inaugurazione e l’intitolazione della piazza al Presidente Pertini, ha commentato, era un obiettivo che mi ero prefisso, sia per ricordare un grande statista della nostra Italia, sia un grande socialista, che nel suo operare ha sempre inteso la politica come servizio da rendere alla collettività. Il sindaco di Cassano, nel presentare l’evento, ha ricordato, inoltre, la visita di Sandro Pertini a Cassano All’Ionio, il 4 dicembre del 1977, pochi mesi prima che diventasse Presidente della Repubblica Italiana. Di quel momento, il giovane militante socialista cassanese, ricorda la sua profonda umanità e il suo impegno politico vicino alla gente. Il Presidente Sandro Pertini, ha, infine, ricordato il sindaco Papasso, è stato uno dei massimi esponenti dell’antifascismo militante, guadagnandosi il rispetto e l’apprezzamento anche dei suoi più irriducibili avversari. Per il sindaco di Cassano, Pertini, rappresenta un modello di riferimento importante.
Lì, 10.12.2013              Il Capo Ufficio Stampa   -  Mimmo  Petroni  -

Stampa Email

Caloveto: il Comune rimuove l’eternit abbandonato nei pressi dell’ex discarica

Il comune ha rimosso le lastre di eternit abbandonate nei pressi dell’ex discarica comunale, la bonifica, che ha richiesto una procedura particolare di smaltimento perché contengono fibre di amianto pericolose per la salute in quanto cancerogene, è stata affidata a una ditta specializzata nella raccolta di rifiuti pericolosi. Purtroppo nella stessa zona si è formata una vera e propria discarica  a cielo aperto di spazzatura  che riposa in pace immersa nel verde e cullata dal fresco degli alberi. Tantissime buste bianche e nere, colorate, è la fiera del colore e della vergogna, quando piove o soffia un forte vento il materiale piu’ leggero scivola a valle... uno spettacolo indegno, per non parlare della presenza di copertoni e materiale edile. Ci troviamo sulla strada provinciale 251 che conduce a Bocchigliero. nel territorio del comune di Caloveto., dove e semplice arrivare in macchina e scaricare indistrurbato qualsiasi tipo di rifiuto.Una trasformazione veloce che, mese dopo mese, come dimostra l’ammasso di rifiuti indifferenziati  sia dentro che fuoril’ex discarica,ha reso irriconoscibile una parte di contrada Dema, fiore all’occhiello del paese, con vista panoramica sulla vallata del trionto. L’ amministrazione comunale capeggiata da Francesco Pirillo ,malgrado ha predisposto un servizio mirato con i vigili urbani , ma come si può vedere dalle foto, continua a peggiorare .I cittadini protestano , contro l’inciviltà di chi getta ogni genere di rifiuti.
 << La nostra posizione  è sempre stata decisa e tassativa –sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Umberto Mazza –invitiamo per l’ennesima volta i cittadini a segnalare alla polizia municipale episodi di abbandono di qualsiasi tipo  ,un comportamento irresponsabile di alcuni che hanno scambiato un luogo aperto per una discarica>>,

                                                                                   Ludovico Grisari

Stampa Email

Campana: IMU, casa in comodato a figli equiparata a 1^ casa

Riconosciuti debiti fuori bilancio per circa 20 mila euro. Imu, confermate le tariffe. Con qualche novità: l’equiparazione, alla prima casa, anche di quelle abitazioni concesse dai genitori ai figli in comodato d’uso gratuito. Disciplinata la tassa di occupazione del suolo pubblico (TOSAP). Ok, infine, al programma triennale delle opere pubbliche. Rosario GERMINARA è il nuovo assessore all’agricoltura.
È quanto fa sapere il Sindaco Pasquale MANFREDI che si dice soddisfatto, a nome della Giunta, dell’impegno costante e dei risultati nel portare avanti il mandato amministrativo, nonostante le innumerevoli ed oggettive difficoltà derivanti da tagli e decurtazioni su scala nazionale.

L’assise consiliare, riunitasi ieri (lunedì 9), si è espressa positivamente disciplinando la materia sulle pubblicità e pubbliche affissioni e quella cimiteriale; sul programma triennale delle opere pubbliche e sulla modifica dell’IMU; sulla determinazione delle tariffe della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e su quella idrica, sul Bilancio di previsione 2013 e bilancio pluriennale 2013- 2015 e, sugli impianti fotovoltaici.

In materia di IMU, sono state confermate le tariffe dello scorso anno: 2x1000 per la prima casa (anche se quest’anno non si paga) e, per la seconda è rimasta l’aliquota base di 7,60. La vera novità – tiene a precisare il Sindaco del Paese dell’Elefante – è l’equiparazione alla prima casa di quelle abitazioni che i genitori concedono ai figli. Non in tutti i comuni è stata approvata la stessa opportunità.

Il Consiglio ha quindi deciso di applicare la Tarsu e non la Tares. Quest’ultima infatti – precisa MANFREDI – avrebbe significato almeno 5 volte l’aumento della tariffa attuale. Ma, soprattutto un salasso per le famiglie numerose e le attività commerciali.

Chi consuma più acqua paga di più. Si ispira a questo principio, sacrosanto, la sola novità introdotta per le tariffe idriche. L’obiettivo è evitare un uso distorto del consumo d’acqua.

Non sono state introdotte nuove tasse. A Campana l’Irpef comunale, non si paga.

Programma triennale opere pubbliche: è prevista la bonifica della discarica in località Pietra Grossa di 700 mila euro circa. Sono attesi – ne ha dato informazione MANFREDI – 150 mila euro per i PIAR per infrastrutture della misura 125. Il Primo Cittadino ha poi ribadito, nell’ambito del programma, l’impegno dell’Esecutivo per il recupero delle torri del campanile del Centro Storico e la richiesta di 900 mila euro per riqualificare le strade interpoderali  con il bando “Seimila Campanili” al quale anche il Paese dell’Elefante ha partecipato.

Per quanto riguarda, infine, gli impianti fotovoltaici, l’assise ha approvato la concessione del diritto di superficie alla Società FOTOLVOTAICA del Gruppo ROMEO. I lavori previsti sono stati già realizzati. E – ha chiosato MANFREDI – da questo intervento di energia alternativa entreranno nelle casse comunali, oltre 1 milione euro di euro in 20 anni - (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Stampa Email

Pollino: un milione di euro per sostenere lo sviluppo

Il Gal Pollino Sviluppo ha pubblicato due nuovi bandi a sostegno delle Imprese nel territorio dei 17 comuni dell’area di riferimento.
Rientrano nel Piano di Sviluppo Locale “Paesaggi e Ospitalità” i due nuovi bandi pubblicati dal Gal Pollino Sviluppo destinati al sostegno e allo sviluppo delle micro imprese di cui alla Raccomandazione 2003/361/CE e alle aziende agricole ed agrituristiche, con sede legale ed operativa all’interno dei comuni dell’area Gal Pollino, costituita dai comuni di Acquaformosa, Castrovillari, Civita, Frascineto, Laino Borgo, Laino Castello, Lungro, Morano Calabro, Mormanno, Mottafollone, San Basile, San Donato di Ninea, San Lorenzo Bellizzi, San Sosti, Sant’Agata di Esaro, Saracena.
La misura 311 e 312 fanno parte Piano di Sviluppo Locale “Paesaggi e Ospitalità – PRS Calabria Asse IV “Approccio LEADER” che consentiranno l’attivazione a bando di € 735.744,90 per le attività di creazione e consolidamento dell’ospitalità agrituristica e di imprese agricole multifunzionali innovative quali fattorie didattiche, fattorie sociali, fattorie creative ed eco-fattorie, e l’attivazione di € 327.306,04 per la creazione e lo sviluppo di micro imprese artigiane e commerciali.

Dopo la pubblicazione sul BUR Calabria n° 48 di Venerdì 29/11/2013 parte terza, i bandi resteranno aperti per 45 giorni.

La Misura 311 - Diversificazione in attività non agricole consentirà, con due azioni distinte, alle aziende agricole regolarmente iscritte presso la C.C.I.A.A., ad aziende singole o associate, o a membri di famiglie agricole di ricevere contributi per la ristrutturazione ed il miglioramento di fabbricati rurali da destinare a creazione di aree attrezzate per il tempo libero, sosta tende e camper, allestimento di aree da dedicare ad attività culturali e sportive, escursionistiche ed ippoturistiche, con una attenzione anche alla creazione di spazi per l’ospitalità di cani di proprietà degli ospiti che soggiorneranno nelle strutture agrituristiche. Ma anche la possibilità di realizzare o consolidare imprese agricole multifunzionali ed innovative come le fattorie sociali, didattiche, creative ed eco-fattorie con l’attivazione di complessive risorse pari ad € 735.744,90. L’entità dell’aiuto pubblico è parti al 50% fino ad un investimento complessivo massimo ammissibile di € 200.000 per richiedente.

La Misura 312 - Sostegno alla creazione e allo sviluppo di Micro-imprese attiverà complessivamente risorse pari ad € 327.306,04 per incentivare, la creazione e lo sviluppo di micro-imprese artigiane per gli investimenti strutturali, l’acquisto di attrezzature, investimenti immateriali e solo per le nuove aziende le spese per l’avvio. Le attività ammissibili riguardano quelle artigianali che utilizzano nel processo di produzione materia prima agricola per ottenere prodotti non agricoli e che incor
porano al loro interno caratteristiche tipiche del territorio; per le attività commerciali la nascita di prodotti e servizi (legati ad esempio al turismo rurale) strettamente connessi alla promozione del territorio e delle sue tipicità inclusa anche l’attività di piccola ristorazione (fino ad un massimo di 25 posti mensa). L’entità dell’aiuto pubblico è parti al 50% fino ad un investimento complessivo ammissibile di € 100.000 per richiedente. L’investimento minimo ammissibile è pari ad € 30.000.

La struttura diretta da Francesco Arcidiacono, e presieduta da Domenico Pappaterra, conclude con questi bandi il ciclo delle attività poste in essere nel 2013 che ha visto la pubblicazione di ben n. 8 bandi. Il Gal Pollino conferma ancora una volta l’attenzione alle esigenze del territorio, degli imprenditori e delle nuove generazioni che intendono fare impresa nel Pollino, puntando sulle ricchezze immateriali, culturali, turistiche e agroalimentari del comprensorio, per rilanciare la filiera del turismo sostenibile. Una terra ricca d’identità territoriali che devono essere coordinate e supportate per diventare sul mercato globale quel valore aggiunto capace di attrarre turismo e sostenere lo sviluppo.

[ AVI Communication ]
di Vincenzo Alvaro

Stampa Email

Mercoledi 11 dicembre 2013 sciopero regionale CGIL CISL UIL dei lavoratori LSU LPU

Manifestazioni a Lamezia Terme, Crotone, Cosenza e Reggio Calabria.
 Continuano le iniziative di mobilitazione decise per rivendicare la stabilizzazione e lo svuotamento del bacino LSU- LPU e di tutti i lavoratori appartenenti  del precariato storico istituzionalizzato, Mercoledì 11 dicembre 2013 è stato proclamato lo sciopero regionale, con  manifestazioni pubbliche a Lamezia Terme, Crotone, Cosenza e Reggio Calabria che vedranno  la partecipazione di tutti i lavoratori  calabresi.
Nessuno pensi di spostare la quota  delle risorse nazionali, ancora largamente insufficienti, previste per Sicilia, Campania e Calabria, a copertura dei pagamenti del 2013 o per i progetti 2014, se cio' avvenisse rappresenterebbe l'ennesima dimostrazione di come la soluzione definitiva della vertenza  Lsu Lpu, ex art. 7 e  legge 15 non sia nelle intenzioni di chi oggi ci sta governando.
La riconvocazione a Roma,  del Tavolo Governativo presso la Presidenza del Consiglio prima dell'approvazione della Legge di Stabilita' con la partecipazione delle Organizzazioni Sindacali Confederali, e' condizione essenziale visto il merito strettamente sindacale di questa vertenza.
L'approvazione degli emendamenti ripresentati dalla delegazione parlamentare Calabrese alla Camera, puo' rappresentare, congiuntamente alle proposte avanzate unitariamente da Cgil Cisl Uil e Ugl, un importante passaggio verso una soluzione definitiva della vertenza.
Insieme agli Lpu e Lpu scenderanno in piazza anche i percettori di ammortizzatori sociali in deroga, rispetto ai quali occorre che dal Governo Nazionale vengano destinate le risorse necessarie per i pagamenti delle mensilita' residue e che il governo regionale metta in campo nel più breve tempo possibile le politiche attive già concordate con le OO.SS. per il ricollocamento  di questi lavoratori.
Alla Regione ed al Governo  manderemo un segnale forte della determinazione dei lavoratori e  del Sindacato a proseguire la mobilitazione e la lotta, con l'obiettivo fondamentale  della contrattualizzazione e   dello svuotamento  del bacino.
La mobilitazione continuera' con la manifestazione regionale unitaria di Cgil Cisl e Uil  che si terra' Sabato 14 dicembre a Lamezia Terme Nicastro.

       Antonio Cimino                               Carlo Barletta                         Gianvincenzo Benito Petrassi
    Segretario Generale                        Segretario Generale                       Segretario Generale
NiDIL CGIL CALABRIA                        FeLSA CISL CALABRIA                   UilTemp@ CALABRIA

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.