• Home
  • Notizie
  • Politica
  • Cassano: vertenza Lsu/Lpu, comunicazione della Commissione Straordinaria al Prefetto

Cassano: vertenza Lsu/Lpu, comunicazione della Commissione Straordinaria al Prefetto


In vista dell’incontro con le organizzazioni sindacali in programma per la giornata di giovedì prossimo 16 maggio, per affrontare la questione che interessa il personale Lsu/Lpu in forza presso l’ente locale di Cassano All’Ionio, la Commissione Straordinaria, in riscontro alla comunicazione ricevuta dalla Prefettura di Cosenza, circa la proclamazione dello stato di agitazione del personale medesimo, in data 13 maggio scorso, ha indirizzato una nota di chiarimento in merito alla vicenda al Prefetto Paola Galeone.

Il Comune di Cassano allo Ionio, recita la missiva della commissione straordinaria a firma Muccio, Guida e Pacchiarotti, è proprietario di sei impianti di depurazione delle acque reflue i quali sono stati oggetto, negli anni, di controlli da parte dalla Autorità Giudiziaria, Regione Calabria e Guardia costiera. A seguito di ciò, la gestione tecnica operativa degli impianti che è a carico di questa Amministrazione, è stata ritenuta carente ed in parte poco funzionale.
In ragione di quanto accertato, al fine di garantire una più efficace gestione degli impianti e non incorrere in eventuali sequestri, con evidenti criticità che si rifletterebbero negativamente sulla prossima stagione estiva, la Commissione Straordinaria con delibera n.10 del 30.04.2019 con relativo indirizzo ha demandato al settore ambiente l’esternalizzazione del predetto servizio .
Per altro, nella comunicazione si precisa che, nella scelta adottata, si è tenuto conto anche delle formali segnalazioni da parte del geometra responsabile della squadra operante sugli impianti, circa la carenza numerica nonché la non sufficiente qualificazione del personale interno impiegato.
In relazione a tanto, la Commissione ha rassicurato S.E. il Prefetto Galeone che l’esternalizzazione del servizio non avrà alcun riflesso negativo sull’assetto complessivo organizzativo del personale LSU/LPU che continuerà ad essere adibito a mansioni equivalenti per l’espletamento dei servizi dell’Ente (in particolare settore manutentivo, cimiteriale e servizi presso le Delegazioni) anche alla luce della cessazione dal servizio di diverse unità di personale.
È utile soggiungere che, hanno scritto, infine, i Commissari al Prefetto, il prossimo 16 maggio incontreremo le OO.SS. per ogni utile ed ulteriore disamina sulle questioni in argomento, di cui verranno forniti ulteriori elementi conoscitivi e valutativi in proposito.
Lì, 14.05.2019 Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni - 

Stampa Email