• Home
  • Notizie
  • Politica
  • LeLampare: Amministrazione Assente. Vergognoso tentare di mettere i cariatesi contro

LeLampare: Amministrazione Assente. Vergognoso tentare di mettere i cariatesi contro


CARIATI - Questa amministrazione ha dichiarato guerra a Cariati e ai cariatesi. Ha dichiarato guerra a quei cittadini che non ne possono più di vivere nel degrado e nell'abbandono totale.  Invece di rispondere con azioni concrete alle richieste della Comunità gli amministratori(!?) di Cariati vogliono far passare un messaggio subdolo e offensivo: che ci sono cittadini che non vogliono il bene di Cariati perché denunciano con immagini, video e comunicati ciò che, evidentemente, è sotto gli occhi di tutti. È UNA VERGOGNA. 

È inconcepibile che persone elette per risolvere i problemi e votate sulla scorta di promesse (spesso assurde e irrealizzabili) dicano questo. Si parla ancora di marcatori identitari da parte di un Sindaco che di fatto non vive questo territorio, non ha forse contezza di ciò che dovrebbe rappresentare e per di più fa finta di nulla, pensando di poter colmare le proprie lacune, il vuoto cosmico della sua amministrazione, ostentando una normalità che nulla ha a che fare con la realtà e che trova ragione e riscontro solo nel mondo virtuale dei social. VERGOGNA!
Non sapete nulla di identità poiché, partendo dalle mura storiche fino alla costa, passando per i servizi essenziali comunali, la vostra assenza di impegno e competenza è ormai sotto gli occhi di tutti e non sarà con la vile accusa verso chi denuncia questo scempio di mancanza di rispetto verso la propria comunità che riuscirete a mascherare la vostra incapacità amministrativa, quella si dimostrazione di non rispetto e amore verso il nostro Paese.
Davvero pensate che i turisti non conoscano la situazione del Paese? Davvero credete che un turista, anche vedendo Cariati per la prima volta, non si accorga del degrado in cui avete condotto la nostra cittadina?.
I turisti, sempre più spesso, persone disposte a spendere il proprio tempo e denaro solo a fronte di servizi e opportunità nel luogo di villeggiatura. Finanche gli storici avventori estivi, proprietari di casa, non sono più disposti in larga parte a vivere le proprie ferie in un deserto, maltrattato per giunta. BASTA!
Cari amministratori Virtuali, forse è il caso di ricordare e ricordarvi che facendovi eleggere, oltre a disseminare fiorellini, frasette da adolescenti sui social, canzoncine e selfie, AVETE ASSUNTO DELLE RESPONSABILITÀ. Dovreste essere, forse, anzitutto presenti a Palazzo Venneri e quantomeno operativi. 
Ai cariatesi, che ben vi conoscono, non c'è molto da spiegare. Qualche spiegazione però al turista che arriva bisogna pur darla. Pensate davvero che chi arriva sia sordo, muto e cieco? Che promozione turistica avete stilato al Palazzo Venneri? Cosa avete fatto per veicolare turisti a cariati e per accoglierli ? Quali iniziative programmi marcatori, come piace chiamarli, avete predisposto? Quale ufficio turistico,proloco? Solo l'altro ieri, giusto per citare un fatto recente, un pullman di tedeschi, alloggiati in un villaggio di Cariati, si è svegliato invaso dai reflui fognari. Amministratori allo sbaraglio! Non è stato il fato a creare questi ed altri disagi e disservizi ma la stessa amministrazione che con le sue scelte scellerate, spesso clientelari, ci presenta, a giugno, un paese in panne. Scappano finanche quelli che hanno casa qui da anni. Molti cittadini e operatori si prodigano con mille difficoltà per sopravvive ad una stagione estiva sempre più corta cercando di promuovere ciò che resta senza uno straccio di piano organico di destinazione turistica, assolutamente abbandonati a se stessi.
La sindaca, manager di professione, da tre anni detiene la delega al turismo ma, di tutta questa competenza manageriale, che ci avrebbe dovuto rendere la Miami calabrese, non si ha traccia nel nostro Comune. Risultati, zero! impegno e competenza, lasciamo perdere!
BASTA! 
Basta accollare a cittadini e associazioni, l'onere di provvedere alla pulizia e alla redazione dei programmi estivi. Questa è la rappresentazione del vostro fallimento: non siete in grado di risolvere i problemi, neanche quelli minori.
BASTA! 
Non si capisce il motivo per cui ancora siete incollati alle poltrone. Quelle poltrone non vi meritano e certo voi non le meritate come amministratori. 
È arrivato il momento di andare via! 
Non vogliamo dover dare sempre la stessa risposta ai turisti e ai cariatesi fuori sede sul perché non si fa nulla. Soprattutto, VERGOGNATEVI per aver messo i cariatesi gli uni contro gli altri! 
Ricordate che non si può nascondere per sempre la polvere sotto al tappeto; prima o poi emerge!!.
Abbiamo bisogno di ritornare alla normalità, allo spirito di collaborazione e comunità, alla progettualità.
Abbiamo tutti bisogno di ritrovare la volontà, la speranza e ricostruire dalle Vostre macerie.
Se amate davvero questa comunità, dimettetevi, restituendola finalmente ad una dimensione almeno di dignità.
Mov. Le Lampare BJC
 

Stampa Email